Organizzare una vacanza in campeggio con la tenda, in Italia

Quest’anno è deciso, niente appartamento o hotel, la vostra vacanza sarà in campeggio in tenda! Se cercate consigli utili e soprattutto, se questa è la vostra prima volta, siete nel posto giusto. Qui troverete una lista di cose a cui pensare prima di partire, perchè una vacanza in campeggio con la tenda è sicuramente avventurosa, divertente e vi permetterà di lasciarvi alle spalle tutto lo stress della quotidianità, ma deve essere ben organizzata.

Per prima cosa tutto dipende dal mezzo di trasporto con cui vi muoverete, naturalmente con l’auto avrete la possibilità di portare con voi maggiori attrezzature e materiale, viaggerete per forza più leggeri se partirete per un viaggio in moto o in bici o addirittura a piedi.

Tutti i campeggi in Italia di Alcampeggio hanno un’area per il camping con tenda, camper o roulotte, dovrete solo scegliere le vostre date, la destinazione e fare un ricerca. Dopo aver prenotato la vostra vacanza al mare o in montagna, in ogni caso dovrete pensare solamente alle cose necessarie, abbandonare tutto il superfluo ed essere pronti a un soggiorno a stretto contatto con la natura e il paesaggio circostante.

  • Scegliere la piazzola: in campeggio è preferibile sempre arrivare di giorno, in modo tale da poter montare la tenda nelle ore di luce, di notte sarebbe molto più scomodo! Optate quindi per una piazzola ombreggiata e valutate il momento della giornata in cui la tenda sarà raggiunta dai raggi solari, magari evitando la mattina, se non vorrete essere svegliati dal caldo. Soprattutto nei campeggi in montagna, verificate sempre che la piazzola sia pianeggiante, per dormire dei sonni tranquilli, in una buona posizione.
  • La tenda: Se il vostro sarà un viaggio itinerante, optate per una tenda facile da montare e smontare, invece potete sceglierne una più comoda e spaziosa per una vacanza più lunga e stanziale, adatta a tutta la famiglia. Riguardo alle tende avrete l’imbarazzo della scelta, per questo è importante valutare bene l’acquisto recandovi di persona in un negozio specializzato.
  • Sacco a pelo e materassino: scegliete un sacco a pelo adatto alla temperatura della vostra destinazione, non troppo caldo al mare in estate, che sappia proteggervi dall’umidità e dal fresco delle notti in montagna. Fondamentale è anche il materassino: gonfiabile o espanso, con cuscino incorporato. L’importante è che sia resistente e leggero se lo caricate in spalla.
  • Igiene personale e prodotti per i panni: La trousse da viaggio in campeggio deve essere pratica, ridotta e che si possa appendere nella doccia, senza bagnarsi. Al mare o in montagna, optate per vestiti leggeri e asciugamani in microfibra che asciugano rapidamente e non dimenticate una corda e le mollette per stendere.
  • Se scegliete di cucinare: portate con voi un fornello da campo, delle pentole in acciaio, stoviglie, una spugna e una bacinella in cui lavare i piatti. Borracce termiche per mantenere l’acqua fresca.
  • Organizzare l’esterno: come minimo vi consiglio una stuoia da porre davanti alla tenda per potervi sedere, se avete spazio potete anche portare un tavolo pieghevole con sedie o sgabelli.

Non dimenticate inoltre una torcia, la carta igienica, un kit primo soccorso e un repellente antizanzare.

La scelta del campeggio

I criteri secondo cui scegliere il vostro campeggio, non divergono molto da quelli sui cui vi basate per altri tipi di vacanza, in questo caso però è importante optare per un campeggio che disponga di un minimarket o che non sia lontano per rifornirsi o comprare materiale che si è dimenticato.

Lo stesso vale per gli altri servizi come il bar per la colazione o ancora meglio il ristorante, se state facendo una vacanza zaino in spalla e prevedete di non cucinare.

Naturalmente l’attrezzatura e il materiale da campeggio vanno adattati alla destinazione, soprattutto se decidete di andare al mare o in montagna.

Se siete dei principianti del camping in tenda, forse è più facile iniziare da una vacanza d’estate al mare, dove il meteo sarà favorevole, i campeggi sono più grandi e hanno più servizi. Date uno sguardo alla nostra lista di campeggi in Toscana, che spesso sono dei veri e propri villaggi turistici in cui potrete trovare tutto quello che vi serve per una vacanza tra mare, natura e comfort per tutta la famiglia.

Lo stesso vale per i campeggi in Sardegna che possono essere grandi strutture con una parte anche di villaggio, forniti di piscina e ristorante, ma potrete trovare anche campeggi più raccolti, cosiddetti familiari, in cui il mare e la vegetazione sono i protagonisti e voi potrete lasciarvi trasportare dal suono delle cicale, sotto il cielo stellato delle notti d’estate o l’azzurro del mare delle giornate assolate.

I campeggi in montagna in generale sono più piccoli e l’ambiente circostante è molto più presente con i suoi alberi, i laghi e appunto le montagne. Per chi ama il trekking e una vacanza avventurosa, perchè non scegliere un campeggio in Trentino, magari sulle rive di un fiume. Io questo caso non dimenticate una giacca a vento tecnica leggera per ogni evenienza, un buon paio di scarpe da trekking e magari un campeggio con lavanderia.

Una vacanza in tenda con i bambini

Partire in tenda con tutta la famiglia, se ci sono anche i bambini, può trasformarsi una magica avventura: non c’è niente di più bello di correre a piedi nudi sulla sabbia davanti alla tenda o giocare sull’erba in piena libertà e dormire cullati dai rumori della natura circostante. L’importante è l’organizzazione, che per una vacanza con i bambini è fondamentale, lo scopo infatti sarà quello di evitare il più possibile gli imprevisti e cercare di avere tutto il necessario per trascorrere un soggiorno il più possibile rilassante e divertente per tutti i compagni di viaggio.

Una lista prima di partire come sempre è imprescindibile, per assicurarsi di non dimenticare niente.

Naturalmente in questo caso si partirà in auto e avrete la possibilità di prevedere più accessori e materiale. Ricordatevi che l’attrezzatura va sempre testata per evitare spiacevoli incovenienti. Bisogna verificare che il materassino non sia bucato, magari montate la tenda per familiarizzare, verificare che tutto il necessario picchetti e martello siano inclusi.

In questo caso potete optare per una tenda più ampia, con più stanze, magari con un posto in più rispetto al numero dei partecipanti, perchè ognuno abbia il suo spazio. Con lettino da campeggio per i i più piccoli e le brandine leggere e pieghevoli per i bambini più grandi.

Pensate anche alle giornate di pioggia, assicurandovi magari che nel campeggio da voi scelto ci sia una bar in cui rifugiarsi e trascorrere il tempo libero nei pomeriggi piovosi, prevedete dei giochi di società per potersi divertire anche quando non è possibile fare escursioni o andare al mare.

La scelta migliore per una famiglia che preferisce un soggiorno immerso nel verde che però sappia conciliare avventura e comfort, è un campeggio con il mini club, un parco giochi o la piscina, dove trascorrere almeno un pomeriggio di totale relax.

Un campeggio in Liguria potrebbe essere la scelta adatta per coloro che volessero avere il mare a due passi, ma anche la possibilità d’intraprendere sentieri di trekking per visitare l’entroterra di questa bella regione.

Dopo tutti questi consigli utili, non vi resta che preparare lo zaino, il sacco a pelo, scegliere la tenda che più fa per voi e partire alla volta del campeggio per le vostre vacanze. Se avete organizzato tutto prima di partire, dovrete solo pensare a godervi il cielo stellato di notte, il mare di giorno o le passeggiate immerse nella natura che vi circonda, lasciando a casa tutti gli oggetti e i pensieri inutili.

Lascia un commento Tutti i campi indicati con un * sono obbligatori
Il commento è inviato, sarà sottoposto alla validazione del nostro team. Grazie.