#YourCampingStory: Campo dei Fiori

Ogni settimana i gestori dei campeggi e i professionisti parlano avranno il loro spazio sul nostro blog e condivideranno con noi un un po' della loro terra e della loro vita quotidiana, dandoci l'opportunità di respirare dell'aria pura. Oggi ospitiamo Marco Lelli, del campeggio Campo dei Fiori in Toscana.

Quando i suoi clienti vengono in vacanza per la prima volta da voi, che consiglio dà loro? Qual è la cosa da fare per eccellenza? L'esperienza imperdibile? (Sul posto o nelle vicinanze)

Una volta ricevuta la preferenza e la prenotazione dell’ospite, il primo consiglio è quello di confrontarsi con il nostro personale per le loro specifiche esigenze. Sono innumerevoli infatti i servizi, completamente gratuiti, atti a migliorare non solo l’esperienza della vacanza, ma anche quella del viaggio. Una famiglia può viaggiare “leggera” utilizzando i nostri passeggini, vaschette per il bagno, cuccia e ciotole per l’amico a 4 zampe, etc. La nostra struttura è completamente immersa nella natura e si sviluppa su 16 Ettari. Che si tratti di una piazzola (da 60 a 80 mq. ciascuna), di una piazzola maxi (da 90 a 110 mq. ciascuna) o di alloggi (7 diverse tipologie), lo spazio destinato è ampio e generalmente delimitato da siepi e/o piante con grande attenzione alla qualità della vita anche in piazzola o
alloggio. Offriamo una vacanza all’insegna della natura, del relax, della qualità dei servizi offerti, nel naturale clima di convivialità tipica del camping, ma con grande rispetto e attenzione alla riservatezza e alla privacy dei singoli spazi. Anche le aree attrezzate comuni sono strutturate in modo da garantire ampia libertà di spazio a chi ne usufruisce.

Siete di certo consapevoli che accoglierete presto dei clienti che sono stati confinati a casa per parecchie settimane: qual è secondo lei il miglior consiglio da dar loro affinché approfittino al meglio del soggiorno presso la vostra struttura?

Dopo un periodo così impegnativo, quale migliore occasione della nostra struttura. Poter finalmente ritornare ad apprezzare la vita all’aria aperta, rassicurati da ampi spazi, da sanificazioni delle aree comuni eseguite secondo disposizioni, con i servizi a soddisfazione di tutte le esigenze a “portata di mano”, senza avere l’obbligo di uscire dalla struttura se non desiderato.

Avete posticipato le date di apertura a causa del coronavirus. Avete quindi molto tempo a disposizione. Come approfitta di questo tempo per migliorare ulteriormente l’accoglienza dei suoi clienti? Ha pensato a dei servizi direttamente legati al bisogno di convivialità ma anche di sicurezza? Oppure ad altre prestazioni pensate appositamente per questa stagione così particolare?

L’ospite dell’estate 2020, vivrà la vacanza così come l’ha sempre vissuta, con le attività, i corsi ed i servizi di sempre. Abbiamo reimpostato ed organizzato il servizio di intrattenimento e animazione, con lezioni, corsi e attività in nuovi spazi e con nuove modalità in modo che le persone si possano riunire e partecipare, ma rassicurate dalla possibilità di mantenere una certa distanza. E’ stata realizzata una nuova area sportiva per permettere la realizzazione di molteplici attività contemporaneamente a gruppi contenuti di persone. Anche l’area che vede la presenza del teatro per gli spettacoli serali è stata completamente rifatta e permette la disposizione per nuclei familiari. Ristorante e bar possono usufruire di un’ampia terrazza e spazio per la disposizione dei tavoli, tra i quali è garantita un’adeguata distanza a tranquillità dell’ospite. Garantito e migliorato anche il servizio take away di ristorante e pizzeria.

Lei conosce bene la sua regione e i suoi abitanti, con il loro bagaglio culturale e gli elementi caratteriali che li contraddistinguono. Potrebbe darcene una definizione sintetica? Citarci le parole chiave che meglio descrivono la vostra zona e i suoi abitanti?  

La Toscana centrale litoranea (Costa degli Etruschi) è ricca di aree verdi, di borghi medievali ancora vitali ed accoglienti, di coste sabbiose spesso ancora allo stato naturale, poco o per niente attrezzate
eppure piacevoli da visitare. Gli abitanti hanno un carattere a prima vista riservato, in realtà sono da sempre accoglienti, franchi e diretti, aperti al confronto con gli ospiti.

Avete di sicuro dei client storici, vacanzieri fedeli affezionati alla vostra struttura e alla regione. Secondo lei, perché le persone vengono e ritornano nel vostro campeggio?

Entriamo nel cuore dei nostri ospiti per la natura ed il rispetto che per essa nutriamo. Per il clima amichevole e familiare che si respira tra ospiti, personale e direzione. Per gli innumerevoli servizi che
garantiamo gratuitamente e per l’equilibrio tra divertimento e relax, attività e quiete, che abbiamo saputo creare.

Mettete in atto delle condizioni di annullamento particolari? Avete snellito le vostre condizioni di vendita per facilitare le prenotazioni da parte dei vostri futuri clienti? Se sì, quali?

Da diversi anni la nostra politica di cancellazione prevede la restituzione integrale della caparra (dietro semplice richiesta scritta) per cancellazioni effettuate fino ad 8 giorni prima della data di
arrivo, la restituzione del 50% della caparra per cancellazioni da 7 a 3 giorni prima della data di arrivo; solo per cancellazioni effettuate 2 giorni od 1 giorno prima della data di arrivo non è prevista alcuna
restituzione. In nessun caso vengono applicate ulteriori penali. In occasione di questa emergenza, abbiamo introdotto altre due possibilità:

1) in alternativa alla restituzione della caparra, è possibile utilizzare il deposito versato per i successivi 24 mesi (ad esempio a valere per le stagioni 2021 e 2022, oltre la stagione 2020), garantendosi sin da ora la stessa tariffa della stagione 2020
2) trasferibilità della caparra ad un parente od un amico per la stagione 2020

Parliamo di umano, di scambi sociali. Ci potrebbe fornire 3 parole o espressioni che definiscono al meglio la vostra squadra, i valori e lo spirito della vostra struttura?

Il nostro personale collabora con noi da molti anni, è legato da un sincero affetto reciproco e
conoscenza della struttura e questo favorisce il clima amichevole e familiare che si respira e stimola il
senso di responsabilità nello svolgere il loro operato. Tutti collaborano, ciascuno nella propria area di competenza, per far vivere un’esperienza indimenticabile all’ospite. Tutto il nostro personale frequenta dei corsi di formazione e aggiornamento in comunicazione ed ospitalità.

Le andrebbe di svelarci uno dei suoi segreti? Ad esempio, qual è la cosa che ama fare quando chiude il campeggio a fine stagione? (Gastronomia, territorio, camminate, attività, hobby, viaggi, riposo, altro…).

Il nostro segreto? Il nostro segreto è che… non abbiamo segreti! Abbiamo scelto la semplicità, l’attenzione per la natura, la sensibilizzazione al rispetto per ambiente, l’equilibrio tra servizi innovativi e tradizione. Abbiamo portato nel camping, inteso come attività commerciale, i valori, i ritmi e la cordialità della famiglia, la nostra…e lo abbiamo messo al servizio delle famiglie ospiti.

Lascia un commento Tutti i campi indicati con un * sono obbligatori
Il commento è inviato, sarà sottoposto alla validazione del nostro team. Grazie.