#YourCampingStory: Puntala in Toscana

Ogni settimana i gestori dei campeggi e i professionisti parlano avranno il loro spazio sul nostro blog e condivideranno con noi un un po' della loro terra e della loro vita quotidiana, dandoci l'opportunità di respirare dell'aria pura. Oggi ospitiamo Roberto del Puntala, in Toscana.

Quando i suoi clienti vengono in vacanza per la prima volta da voi, che consiglio dà loro? Qual è la cosa da fare per eccellenza? L'esperienza imperdibile? (Sul posto o nelle vicinanze)

Fare una passeggiata nel bosco per odorare il profumo dei pini, sentire il frinire delle cicale, passando per i sentieri ombreggiati fino al mare. Poi sulla spiaggia, a piedi nudi nella sabbia, fino al bagno asciuga, rinfrescati dalla risacca ed accarezzati dal maestrale pomeridiano. All’orizzonte tra Punta Ala, l’Isola d’Elba ed il promontorio di Piombino, un mare verde che tende al blu fino al cielo azzurro e le nubi bianche.

Siete di certo consapevoli che accoglierete presto dei clienti che sono stati confinati a casa per parecchie settimane: qual è secondo lei il miglior consiglio da dar loro affinché approfittino al meglio del soggiorno presso la vostra struttura?

Ritrovino il ritmo delle giornate all’aria aperta: una lunga colazione frugale all’aperto nella veranda di roulotte o mobile homes; momenti di relax su un’amaca con una buona lettura; un picnic immersi nella macchia mediterranea con tutta la famiglia; la tintarella sotto l’ombrellone annusando l’odore della crema solare misto a quello della salsedine, riscaldati dal sole; un bagno refrigerante cullati dal moto delle dolci e sicure acque del nostro golfo; un’escursione a piedi oppure in bici alla scoperta delle cale naturali lungo la costa a noi più prossima; una maglia calda da indossare la sera nel bosco alla ricerca delle lucciole nel buio assoluto; la compagnia degli amici, le chiacchiere e gli amori estivi.

Avete posticipato le date di apertura a causa del coronavirus. Ha pensato a dei servizi direttamente legati al bisogno di convivialità ma anche di sicurezza? Oppure ad altre prestazioni pensate appositamente per questa stagione così particolare?

Ci stiamo informando in attesa che la situazione sanitaria migliori; con certezza ci saranno condizioni obbligatorie a norma di legge alle quali sottostare per poter aprire…

Lei conosce bene la sua regione e i suoi abitanti, con il loro bagaglio culturale e gli elementi caratteriali che li contraddistinguono. Potrebbe darcene una definizione sintetica? Citarci le parole chiave che meglio descrivono la vostra zona e i suoi abitanti?  

La Maremma può sembrare ruvida ma genuina come la gente che vi vive. La sua bellezza è quella di una contadina altera, dalla pelle bruciata dal sole dei campi, dai capelli neri, lunghi, i tratti somatici elegantemente etruschi; il suo carattere è quello schivo di un pastore di greggi o di mandrie che da sopra un sasso o dal suo cavallo sorride solo se ti conosce, sotto un cappello dalla tesa lunga che getta ombra sul suo volto. Una terra chiusa fondamentalmente che si apre a pochi, a chi la sa comprendere. Questa la rende unica nel suo genere.

Avete di sicuro dei client storici, vacanzieri fedeli affezionati alla vostra struttura e alla regione. Secondo lei, perché le persone vengono e ritornano nel vostro campeggio?

Per la nostra posizione unica, affacciati sul mare en plein-air. Per la cucina e la genuinità dei prodotti che la compongono, siano essi ingredienti di un piatto fatto in casa oppure prodotti freschi al banco di frutta e verdura nelle case contadine d’intorno. La prossimità con un contesto rurale, marino oltre che naturalistico, ideale per la pratica di sport e vacanze outdoor

Parliamo di umano, di scambi sociali. Ci potrebbe fornire 3 parole o espressioni che definiscono al meglio la vostra squadra, i valori e lo spirito della vostra struttura?

Hosted by nature, hosted by us. Questo è il tema della campagna pubblicitaria 2020. Dunque ospitalità fatta di persone, autentici professionisti che accolgono ed accompagnano la vacanza in famiglia nel suo contesto naturale, nel rispetto dell’ambiente.

Mettete in atto delle condizioni di annullamento particolari? Avete snellito le vostre condizioni di vendita per facilitare le prenotazioni da parte dei vostri futuri clienti? Se sì, quali?

Al momento abbiamo abbattuto ogni penale di annullamento delle tariffe rimborsabili. Abbiamo esteso ed auspichiamo la possibilità di richiedere un voucher di rimborso spendibile fino ad Ottobre 2021 anche per le non-rimborsabili già acquistate.

Le andrebbe di svelarci uno dei suoi segreti? Ad esempio, qual è la cosa che ama fare quando chiude il campeggio a fine stagione? (Gastronomia, territorio, camminate, attività, hobby, viaggi, riposo, altro…).

Spendere del tempo con la mia famiglia, in un contesto diverso da quello lavorativo. Ma dato che il contesto in cui opero non ha molti eguali, preferisco una visita a città europee con facilities per genitori in viaggi coi bimbi. Da non escludere che l’esperienza sia da affidare ad un mini-van camperizzato a noleggio!

Lascia un commento Tutti i campi indicati con un * sono obbligatori
Il commento è inviato, sarà sottoposto alla validazione del nostro team. Grazie.