Glamping o Camping, ecco cosa scegliere

Prima di scegliere se decidere di fare glamping oppure partire in camping, bisogna comprendere i due stili, le due filosofie e le loro eventuali evoluzioni. Sempre più famiglie decidono di passare le loro vacanze in campeggio e le motivazioni sono varie, vediamole insieme.

Perché il camping

Il campeggio è un luogo sicuro e tranquillo, nel quale si può riprodurre il concetto di appartamento alloggiando in casa mobile o in un bungalow. Oppure immergersi nella natura sperimentando l'utilizzo della tenda. Un tempo il camping era visto come una scelta di bassa gamma, non era una soluzione valutata positivamente dalle famiglie italiane, le quali, piuttosto, preferivano l'alternativa dell'hotel, del villaggio turistico classico (senza le tende) e le case vacanze. Il trend nel tempo è cambiato e gli italiani hanno iniziato ad apprezzare l'idea di acquistare un camper, una roulotte e partire all'avventura. 

Perché quindi il campeggio è diventata una delle principali destinazioni estive? Ecco 3 motivi

1) Il camping offre dei servizi all'interno di un'unica struttura, questo incide nella scelta delle vacanze, poiché le persone chiedono determinate comodità e i camping si adeguano di conseguenza. Ad oggi, oltre ai piccoli mini market, la scelta in alcuni campeggi di prima fascia, dei servizi aumenta: alcuni implementano la Spa, o inseriscono il Barbiere, il Panettiere, i giochi acquatici, una palestra per mantenersi in forma. Alcune strutture, man mano, stanno diventando delle città all'interno delle città, offrendo tanta scelta ai propri clienti. 

2) La tranquillità è uno dei concetti principali per le famiglie italiane, le quali possono lasciare i propri figli nelle mani degli animatori. Questo fa sì che le famiglie possano rilassarsi al mare, in piscina, al bar, mentre i propri piccoli passano la giornata divertendosi con i propri coetanei e questo è positivo non soltanto per il relax dei genitori, ma anche per far sì che i bambini possano sviluppare sin da subito un accenno di vita sociale che li porta ad intrattenersi e relazionarsi con i nuovi amici.

3) Il concetto di camping è quello che, tutto sommato, muove il gioco. Non si va in campeggio perché è di moda, ma soprattutto perché c'è l'obiettivo di trascorrere un soggiorno nella natura, rispettando gli altri e condividendo le proprie esperienze. In camping si è tutti una piccola, ma enorme, famiglia ed è questo il valore aggiunto di un tipo di vacanza che, finalmente, acquista sempre più spazio nel nostro Paese!

 

Perché il glamping

Il glamping è un'evoluzione del concetto classico di campeggio, bisogna conoscere un po' di storia. Il glamping nasce dall'unione delle parole camping e glamour, le quali sono state messe insieme da due turisti inglesi durante un Safari in Africa. Questa storia, probabilmente, l'avrai sentita ovunque, ma in ogni caso ecco cosa c'è da sapere per chi vuole considerare una vacanza glamping.

1) È un concetto alla moda, questo significa che ci sono cose positive e cose negative. L'idea è questa: le tende classiche possono essere trasformate, rendendole comode, glamour, con un tocco di stile, ma soprattutto con tutti i servizi all'interno. Alcuni diranno: ma non è meglio una casa mobile? Probabilmente sì, ma il glamping è un'esperienza nuova, perché, ad esempio, ci si potrebbe ritrovare all'interno di una capanna indiana immersi nella natura, oppure una casa sull'albero, o ancora, una tenda attrezzata, ma di stile africano. Le possibilità sono enormi e la creatività ha fatto grande questa moda, ma bisogna sempre ricordarsi che si è in campeggio.

2) Si può integrare il glamping nel camping. Suona strano? Ecco cosa intendiamo: ci sono alcuni campeggi italiani che propongono la formula glamping, la quale ha un prezzo a metà strada tra i bungalow e la tenda, per cui potenzialmente questa è un'esperienza che si può prendere in considerazione per l'estate del 2019. Cerchi i glamping italiani? Ecco dove trovarli.

3) Il glamping è comodo, perché mette insieme due esperienze principali del camping, la comodità delle case mobili e la vita di campeggio delle tende. Le due cose non sono in contrasto, tutt'altro, bisogna avere la giusta mentalità per accettare le nuove forme di vacanza, approfittare del vento nuovo che sta cambiando le strutture italiane ed europee. Il cambiamento, alle volte, è positivo, bisogna soltanto apprezzarlo e comprendere come sfruttarlo!

Lascia un commento Tutti i campi indicati con un * sono obbligatori
El comentario se ha enviado y deberá ser validado por nuestro equipo. Gracias