#YourCampingStory: Doñarrayan-Park in Andalusia

Ogni settimana i gestori dei campeggi e i professionisti parlano avranno il loro spazio sul nostro blog e condivideranno con noi un un po' della loro terra e della loro vita quotidiana, dandoci l'opportunità di respirare dell'aria pura. Oggi ospitiamo Xavier Fernandez del camping Doñarrayan-Park, a Huelva in Andalusia.

Quando i suoi clienti vengono in vacanza per la prima volta da voi, che consiglio dà loro? Qual è la cosa da fare per eccellenza? L'esperienza imperdibile?

Visitare il villaggio di El Rocío, a 15 minuti dal campeggio: benvenuti in un'atmosfera western! Scoprire l'ecosistema del Parco Nazionale di Doñana a 20 minuti dal campeggio: un'impressionante diversità di fauna e flora. Fate un giro in carrozza nello spirito di pellegrinaggio di El Rocío. Fate una passeggiata su una delle poche spiagge incontaminate della Spagna. Visitate Siviglia a 35 minuti dal campeggio e Cordoba a 2 ore dal campeggio.

Siete di certo consapevoli che accoglierete presto dei clienti che sono stati confinati a casa per parecchie settimane: qual è secondo lei il miglior consiglio da dar loro affinché approfittino al meglio del soggiorno presso la vostra struttura?

Riuscire a riconnettersi con gli elementi: sentire la dolcezza del sole primaverile sul viso, la carezza del vento tra i capelli, l'odore della flora locale che espira i suoi profumi e inebria della gioiosa melodia che gli uccelli portano nelle nostre orecchie... Se ci sono mancati i legami sociali durante questo periodo difficile, niente di meglio di un autentico territorio per riconnettersi con la gioia di vivere di cui gli andalusi sono portatori e che condividono volentieri attraverso il loro stile di vita!

Avete posticipato le date di apertura a causa del coronavirus. Ha pensato a dei servizi direttamente legati al bisogno di convivialità ma anche di sicurezza? Oppure ad altre prestazioni pensate appositamente per questa stagione così particolare?

Al posto di escursioni in autobus, sinonimo di contatto con sconosciuti, favoriremo le visite in piccoli gruppi, forse anche riservate all'unità familiare. Con 130m² di piazzole, lo spazio offerto a tutti sarà un lusso dopo il confinamento, ma anche una garanzia di sicurezza. Istituiremo un servizio di pulizia sanitaria due volte al giorno, o 3 volte al giorno in caso di affluenza.

Lei conosce bene la sua regione e i suoi abitanti, con il loro bagaglio culturale e gli elementi caratteriali che li contraddistinguono. Potrebbe darcene una definizione sintetica? Citarci le parole chiave che meglio descrivono la vostra zona e i suoi abitanti?  

Questa parte dell'Andalusia, principalmente la Provincia di Huelva e il suo Parco Naturale di Doñana, è ancora poco visitata dai turisti, nulla a che vedere con le coste di Malaga o Cadice. Questo è un turismo più rispettoso dell'ambiente. Di conseguenza, la popolazione autoctona è ancora autenticamente accogliente e sincera!

Avete di sicuro dei client storici, vacanzieri fedeli affezionati alla vostra struttura e alla regione. Secondo lei, perché le persone vengono e ritornano nel vostro campeggio?

Perché siamo una struttura a misura d'uomo, comunque con servizi e infrastrutture (ad esempio, abbiamo 2 piscine), che consentono al team di prendersi cura di tutti. Siamo costantemente interessati allo spazio offerto: un sito eco-responsabile, ben tenuto, calmo. Offriamo ai visitatori un'accoglienza personalizzata e un'attenzione individuale permanente. Un insieme che crea un'atmosfera armoniosa.

Parliamo di umano, di scambi sociali. Ci potrebbe fornire 3 parole o espressioni che definiscono al meglio la vostra squadra, i valori e lo spirito della vostra struttura?

  • Gioia di vivere propria al popolo andaluso
  • Attenzione al benessere di tutti
  • Sorriso e gentilezza

Mettete in atto delle condizioni di annullamento particolari? Avete snellito le vostre condizioni di vendita per facilitare le prenotazioni da parte dei vostri futuri clienti? Se sì, quali?

Nel caso in cui le cancellazioni dei soggiorni siano ancora dovute alle conseguenze dell'epidemia di Covid-19, anche se le persone non hanno stipulato un'assicurazione, offriamo la possibilità di conservare la cauzione valida su una prenotazione futura.

Le andrebbe di svelarci uno dei suoi segreti? Ad esempio, qual è la cosa che ama fare quando chiude il campeggio a fine stagione? (Gastronomia, territorio, camminate, attività, hobby, viaggi, riposo, altro…).

Raccogliere i funghi negli splendidi boschi circostanti e fare lunghe passeggiate a cavallo nel mite clima autunnale.

Lascia un commento Tutti i campi indicati con un * sono obbligatori
Il commento è inviato, sarà sottoposto alla validazione del nostro team. Grazie.