#YourCampingStory: Miramare Village in Toscana

Ogni settimana i gestori dei campeggi e i professionisti parlano avranno il loro spazio sul nostro blog e condivideranno con noi un un po' della loro terra e della loro vita quotidiana, dandoci l'opportunità di respirare dell'aria pura. Oggi ospitiamo Paolo del MIRAMARE | Village Apartments Camping, in Toscana.

Quando i suoi clienti vengono in vacanza per la prima volta da voi, che consiglio dà loro? Qual è la cosa da fare per eccellenza? L'esperienza imperdibile? (Sul posto o nelle vicinanze)

Chi viene al Miramare spesso non si aspetta di trovarsi direttamente a picco su una scogliera. Il primo consiglio che diamo è sempre quello di fare pochi passi ed andare verso il mare per godere di alcuni fra i più bei tramonti della costa italiana.

I nostri ospiti scelgono il Miramare perché è un punto strategico per vedere tutte le meraviglie della Toscana: Firenze ad 1 h, Lucca a 45 minuti, Pisa a 20… oltre che le splendide località della provincia come Bolgheri, Rosignano o Populonia…

Quello che non sanno però, è che Livorno oltre ad essere una città storica davvero bella, ha un intero quartiere fatto di canali navigabili (detto appunto LA VENEZIA). Tramite alcuni servizi di battello, è possibile percorrere i “fossi” ascoltando la storia di Livorno e dando modo a tutti di osservare la città da un punto di vista completamente differente! Un’esperienza da non perdere.

Siete di certo consapevoli che accoglierete presto dei clienti che sono stati confinati a casa per parecchie settimane: qual è secondo lei il miglior consiglio da dar loro affinché approfittino al meglio del soggiorno presso la vostra struttura?

Non sentirsi in pericolo. La salute dei nostri Ospiti viene al primo posto e così abbiamo sanificato ogni area della nostra struttura e continueremo a farlo durante tutta l’estate.

Inoltre tutte le nostre piazzole sono delimitate da siepi in modo da garantire oltre che la privacy, nessun contatto diretto con gli altri Ospiti. Lo stesso vale anche per le nostre strutture come bungalow o mobile home in modo che chi viene in vacanza possa sentirsi libero, rilassarsi e godere assolutamente dell’aria aperta senza preoccupazioni!

Avete posticipato le date di apertura a causa del coronavirus. Ha pensato a dei servizi direttamente legati al bisogno di convivialità ma anche di sicurezza? Oppure ad altre prestazioni pensate appositamente per questa stagione così particolare?

La nostra struttura è aperta 365 giorni l’anno ed anche durante la quarantena, non abbiamo smesso di restare aperti per offrire servizi ai nostri Ospiti. Ovviamente, vista l’assenza di molti ospiti abbiamo convogliato tutti i lavori del nostro staff di manutenzione per la sistemazione completa delle aree comuni. Ci preme specificare che prima del lockdown abbiamo iniziato il rifacimento completo dei bagni della struttura, lavori che ripartiranno non appena la legge ci consentirà di ripartire. Speriamo che questo periodo forzato a casa abbia dato modo alle persone di capire quanto è importante stare all’aria aperta e godere delle belle giornate di sole.

Lei conosce bene la sua regione e i suoi abitanti, con il loro bagaglio culturale e gli elementi caratteriali che li contraddistinguono. Potrebbe darcene una definizione sintetica? Citarci le parole chiave che meglio descrivono la vostra zona e i suoi abitanti? 

Basterebbe dire Toscana per spiegare tutto. È forse la regione che si racconta meglio da sola. Storia, cultura, buon cibo, ottimo vino e comicità non possono che far crescere i frutti migliori: i suoi abitanti.

Avete di sicuro dei client storici, vacanzieri fedeli affezionati alla vostra struttura e alla regione. Secondo lei, perché le persone vengono e ritornano nel vostro campeggio?

Il Campeggio Miramare aprì negli anni 50 e abbiamo ancora clienti che venivano in quegli anni. Credo sia il riconoscimento migliore per una struttura come la nostra. Sicuramente la posizione unica al mondo ed il relax nella natura sono il motivo per cui ancora oggi, continuiamo ad esserci per vecchi e nuovi Ospiti.

Parliamo di umano, di scambi sociali. Ci potrebbe fornire 3 parole o espressioni che definiscono al meglio la vostra squadra, i valori e lo spirito della vostra struttura?

Unione / Giovinezza / Professionalità.

Mettete in atto delle condizioni di annullamento particolari? Avete snellito le vostre condizioni di vendita per facilitare le prenotazioni da parte dei vostri futuri clienti? Se sì, quali?

Assolutamente sì. Per questa situazione difficile per tutti gli italiani, abbiamo annullato tutte le nostre vecchie politiche di cancellazione sostituendone con una soltanto. In caso di cancellazione anche oltre i termini, offriremo un voucher vacanza da utilizzare il prossimo anno per tornare da noi.

Le andrebbe di svelarci uno dei suoi segreti? Ad esempio, qual è la cosa che ama fare quando chiude il campeggio a fine stagione? (Gastronomia, territorio, camminate, attività, hobby, viaggi, riposo, altro…).

Come detto non chiudiamo mai, ma appena possibile anche noi andiamo in vacanza. Credo sia impossibile lavorare in una struttura turistica senza amare il mondo e le sue bellezze. Quest’anno però…. Tutti in vacanza in Italia!

Lascia un commento Tutti i campi indicati con un * sono obbligatori
Il commento è inviato, sarà sottoposto alla validazione del nostro team. Grazie.