AL MARE

Campeggi Capo Rizzuto

De Denis Moskvinov | Shutterstock

L'isola di Capo Rizzuto, si trova in provincia di Crotone in Calabria. Esplorate la costa calabra prenotando un campeggio a Capo Rizzuto e scoprite le bellezze e la storia millenaria di questa terra. Tra spiagge dorate e mare cristallino, fermatevi ad ammirare il panorama mozzafiato che questa località vi offre.

I campeggi a Capo Rizzuto
Questa località calabra è scelta principalmente come meta per le vacanze estive, grazie ai suoi 34 chilometri di costa che alterna calette incantate, lidi sabbiosi e fondali tutti da scoprire. Perfetta per vacanze in famiglia con bambini, anche piccoli, un soggiorno nei campeggi a Capo Rizzuto é anche la possibilità di visitare i castelli e le chiese antiche, con gli straordinari reperti archeologici e dedicare tempo alle specialità culinarie della tradizione calabra.

Spiagge bianchissime e mare cristallino dei più puliti d'Italia, questa località é tra le più rinomate della Calabria e se la sceglierete come destinazione per le vostre prossime vacanze in campeggio, non rimarrete delusi. Spiagge bellissime come la Spiaggia Grande e quella di Capo Piccolo, una zona immersa nella macchia mediterranea.

De Sandratsky Dmitriy| Shutterstock

Il simbolo dell'Isola di Capo Rizzuto é il Castello Aragonese della località Le Castella. La sua posizione è decisamente particolare: sorge su un isolotto poco fuori dalla costa ed è collegata alla terraferma da una lingua di terra che emerge ed è praticabile solo nei momenti di bassa marea. Con l’alta marea invece il Castello è completamente isolato e circondato dalle onde, a rendere il luogo ancora più suggestivo. Un’altra interessante testimonianza storica di Isola di Capo Rizzuto è il Parco Archeologico situato nella frazione di Capo Colonna.

Cosa fare e vedere a Capo Rizzuto

Quando visiterete il centro di Capo Rizzuto vi affascinerà camminare tra vicoli e stradine, fino ad arrivare al Santuario della Madonna Greca, un luogo che gli amanti delle architetture religiose non possono assolutamente perdersi. Dedicato alla Protettrice della città, l’edificio sorge su di un monastero normanno, e custodisce al suo interno diverse opere di pregio.